Mafia: operazione “Iceberg”, 25 rinvii a giudizio a Potenza

L’operazione contro clan che gestiva bar del Tribunale

Il giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Potenza ha rinviato a giudizio 25 dei 29 indagati nell’operazione “Iceberg” che, nel 2021, portò alla scoperta di un clan – ritenuto di tipo mafioso – che era riuscito ad ottenere la gestione del bar che si trova all’interno del palazzo di giustizia del capoluogo lucano. Il processo comincerà il prossimo 24 maggio davanti alla Corte d’Assise di Potenza. Fra le persone rinviate a giudizio vi è Saverio Riviezzi, ritenuto il capo del clan: per quattro persone il gup ha deciso il non luogo a procedere (Vincenzo Barra, Gerardo e Vito Russo e l’ex sindaco di Pignola, Ignazio Petrone, difesi dagli avvocati Luigi Angelucci, Domenico Stigliani, Donatello Cimadomo e Paolo Galante).