Foggia, migrante aggredito nel ghetto di Borgo Mezzanone: è grave

Il 40enne del Senegal è stato operato d’urgenza al policlinico Riuniti

Un cittadino senegalese di circa 40 anni che vive al ghetto di Borgo Mezzanone (Foggia) è stato operato d’urgenza al policlinico Riuniti di Foggia a causa di alcune ferite al volto e al cranio riportate presumibilmente a seguito di una aggressione. L’uomo è arrivato in ospedale in prognosi riservata, accompagnato da una unità del 118. Gli agenti di polizia stanno aspettando che il 40enne riprenda conoscenza per ascoltarlo e ricostruire l’intera vicenda.