Emiliano firma per i referendum Cgil: “Jobs Act una macchia per il Pd”

Michele Emiliano oggi ha firmato la proposta dei quattro referendum con cui la Cgil vuole superare il Jobs Act. Una macchia nella storia del Pd, secondo il presidente della Regione Puglia

Michele Emiliano si aggiunge al lungo elenco di amministratori locali che hanno firmato le quattro proposte di referendum abrogativo della Cgil, che vuole riformare il Jobs Act voluto nel 2015 da Matteo Renzi, all’epoca segretario del Partito Democratico. Una macchia nella storia del Pd, secondo il presidente della Regione Puglia.

Con Emiliano hanno firmato anche il vicepresidente della Regione e assessore al Bilancio, Raffaele Piemontese, e l’assessora regionale all’Ambiente, Serena Triggiani. Per la Cgil i quattro referendum dovrebbero contrastare la precarietà, i licenziamenti illegittimi, e migliorare le condizioni dei lavoratori in termini di sicurezza e salute.