Grassano. Condannato a 3 anni per il tentato omicidio del 28 gennaio scorso

Schermata 2013-06-13 alle 10.01.37GRASSANO – L’aggressore, difeso dall’avvocato Malvinni Maria Rosaria, era stato arrestato dai Carabinieri nella notte dello scorso 28 gennaio: l’episodio si era verificato in un bar del paese dopo la chiusura di un esercizio commerciale, dove la vittima – parte civile assistita dall’avvocato Bruno Oliva – si era spostata per disattivare il segnale di allarme. Una telefonata giunta al 112 aveva allertato i Carabinieri che avevano soccorso il titolare del bar, il quale a sua volta aveva reagito mettendo in fuga l’aggressore.

Quest’ultimo, con il volto travisato da uno strofinaccio da cucina, aveva tentato di colpire l’esercente con un martello da carpentiere. Le indagini avevano consentito di raccogliere utili elementi contro l’aggressore come il ritrovamento dell’arma impropria, lo strofinaccio e una bottiglia di plastica contenente benzina, probabilmente per dar fuoco al giovane.

Il tribunale di Matera ha condannato a tre anni di reclusione e alla interdizione dai pubblici uffici per cinque anni l’uomo di 57 anni con l’accusa di tentato omicidio aggravato nei confronti di una persona di 37 anni del luogo e porto abusivo di arma impropria.