Furti d’auto: arrestati padre e figlio

MATERA – Nel corso di un preordinato servizio di controllo straordinario del territorio, finalizzato in particolare alla prevenzione e contrasto dei reati predatori, i Carabinieri della Compagnia di Matera, questa notte, hanno deferito alla locale Autorità Giudiziaria due persone di Gravina in Puglia, padre e figlio minorenne, ritenuti responsabili di furto di autovetture e ricettazione. Sulla base dei dati statistici in possesso, i militari hanno evidenziato le zone del capoluogo maggiormente colpite dal fenomeno furti di auto, che negli ultimi tempi ha avuto una marcata recrudescenza, individuando una serie di settori controllati con differenti livelli di cinturazione. Nelle zone più rurali sono stati individuati dei punti di osservazione privilegiati, per monitorare le strade, in modo non visibile e da posizione defilata, anche con l’utilizzo di visori notturni e strumenti di ingrandimento ottico. Proprio a seguito di questo ultimo tipo di verifica, è stata segnalata la macchina con a bordo il minorenne che alla vista della pattuglia, predisposta al controllo in quella zona, ha frenato bruscamente, dandosi alla fuga nelle campagne circostanti. Il giovane è stato quindi individuato nella tarda nottata ed ha raggiunto il padre in caserma, che era stato intanto intercettato e bloccato dai militari dell’Arma, a Borgo Picciano. Per entrambi è scattata la denuncia a piede libero per furto aggravato in concorso e ricettazione. Le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Matera proseguono intanto per identificare  ulteriori ed eventuali complici, per risalire alla rete di smercio delle auto rubate e dei singoli pezzi di ricambio e per stabilire l´esatto numero furti compiuti dai due soggetti denunciati.