Mercato del Sabato di Matera. I commercianti di “Unimpresa BAT” chiedono incontro al Prefetto

Matera - Mercato del Sabato al Paip 2

Matera – Mercato del Sabato al Paip 2

ANDRIA – A seguito della notizia di rinvio di ogni decisione del TAR di Basilicata circa il ricorso promosso da alcuni dei commercianti ambulanti che si sentono “discriminati” dal trasferimento del mercato presso la Zona Paip2 di Matera, gli aderenti al comitato “Unimpresa B.A.T.” hanno dichiarato in una nota che nel prendere atto della decisione, fino all’8 luglio prossimo i “danni” derivanti dallo svolgimento delle attività di vendita secondo le attuali condizioni potrebbero ricadere sulle casse comunali materane.

L’organizzazione logistica, secondo quanto è scritto in una nota, prevede la divisione “in quattro tronconi, con commercianti discriminati ed emarginati, la situazione sarebbe intollerabile ed i danni cagionati ai commercianti con le loro postazioni nei piazzali, ammonterebbero a cifre astronomiche che poi il comune di Matera potrebbe essere chiamato a risarcire con fortissime ripercussioni non solo sul bilancio comunale ma anche in termini di responsabilità dirette e/o indirette, non solo politiche”.

Il comune di Matera, secondo il leader sindacale andriese, Savino Montaruli “ha inteso procedere con la ricollocazione degli attuali 212 posteggi nella nuova area contrassegnandoli con il medesimo numero e riproponendone l’ordine (numerico) di posizione precedente” senza tenere conto dei “criteri di priorità per l’assegnazione delle concessioni dell’attuale contesto normativo”.

L’Area di Coordinamento chiede dunque in una lettera un incontro urgente con il prefetto Bellomo ed il sindaco di Matera prima del prossimo sabato, paventando “in caso di mancato riscontro” un ricorso alle competenti Autorità Europee per vedere riconosciuti i diritti delle Persone e delle Aziende.