Fondi per la prevenzione degli incendi in Puglia: 2,7 milioni a 34 Comuni

La Regione Puglia investe nella sicurezza ambientale con tecnologie avanzate

La Regione Puglia assegna oltre 2,7 milioni di euro a 34 comuni per potenziare la prevenzione degli incendi boschivi tramite l’introduzione di tecnologie digitali.

La lotta contro il rischio incendi in Puglia fa un importante passo avanti con l’assegnazione di fondi per oltre 2,7 milioni di euro a 34 comuni della regione, finalizzata al rafforzamento delle misure di prevenzione e contrasto degli incendi boschivi e di interfaccia urbano-rurale. Questo finanziamento rientra nel Programma Operativo Complementare POR Puglia 2014 – 2020, e punta a migliorare la capacità di gestione degli eventi critici attraverso l’adozione di tecnologie avanzate.

I comuni beneficiari avranno tempo fino a dicembre 2024 per implementare gli investimenti previsti, che includono l’utilizzo di sensori, videocamere, droni e sistemi di telerilevamento. Queste tecnologie mirano a migliorare la coordinazione e la reattività del sistema di Protezione Civile Regionale, con particolare attenzione alla prevenzione anche del rischio idrogeologico.

Le azioni previste comprendono l’impiego di sistemi di monitoraggio avanzato, l’identificazione della viabilità forestale, la localizzazione dei punti di approvvigionamento idrico e l’individuazione di punti di osservazione strategici per un avvistamento precoce degli incendi. Queste misure si propongono di elevare significativamente la capacità di prevenzione e di intervento della regione, contribuendo alla salvaguardia del patrimonio naturale e alla sicurezza dei cittadini.

L’ing. Barbara Valenzano, Dirigente della Sezione Protezione Civile della Regione Puglia, sottolinea l’importanza di questa iniziativa nel contesto più ampio della tutela delle risorse naturali pugliesi, con l’obiettivo di rafforzare la conservazione degli ecosistemi forestali e promuovere una gestione sostenibile degli stessi, a beneficio dell’ambiente e delle comunità locali.

I comuni coinvolti nel finanziamento includono tra gli altri Martina Franca, Castellaneta, Gioia del Colle, Lecce e Gallipoli, dimostrando un impegno diffuso nella regione per contrastare efficacemente il fenomeno degli incendi boschivi.