Siglata una convenzione fra Unibas e Fondazione Basilicata Ricerca Biomedica

“Iniziative, attività e programmi di ricerca e sviluppo, e per la formazione, in particolare per la realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo, tirocini formativi di studenti e dottorandi, scambio di informazioni, di pubblicazioni scientifiche e di altro materiale didattico e scientifico, e la promozione di iniziative comuni come seminari, convegni ed eventi”: è il programma della collaborazione fra l’Università della Basilicata e la Fondazione ricerca biomedica, che hanno firmato oggi, a Potenza, una convenzione.

L’accordo è stato firmato dal rettore dell’Ateneo lucano, Aurelia Sole, e dalla presidente della Fondazione, Francesca Antonella Amodio.

L’intesa – secondo quanto reso noto dall’Universita, in un comunicato, ha una durata di cinque anni e “costituisce l’avvio di una collaborazione che potrà concretizzarsi in tutti i campi e nelle discipline di comune interesse e che si attuerà concretamente tramite specifici accordi operativi, nei quali verranno definiti e dettagliati i singoli scopi della cooperazione didattica e scientifica, tempi e modalità del suo svolgimento, le rispettive responsabilità, gli eventuali impegni economici e i risultati attesi. Previa valutazione congiunta fra le parti, i singoli accordi operativi potranno coinvolgere altri soggetti terzi quali aziende, enti e istituzioni locali, nazionali, europee e internazionali”.

Sole ha detto che con la convenzione “continua il percorso di coinvolgimento del territorio e della creazione della rete tra l’Ateneo e le strutture di ricerca della Basilicata: l’Unibas rappresenta una potenzialità straordinaria per questa regione, che continua a mettere a disposizione della comunità le sue strutture e le sue competenze”.

Amodio ha espresso “soddisfazione per il coinvolgimento dell’Unibas, punto di riferimento prestigioso per la Basilicata, che oggi entra nel nostro percorso di studio e di lavoro”.