Cultura e sviluppo, Braia: con Fondazione Matera-Basilicata 2019 riprendere il cammino “sospeso”

Il consigliere regionale: “con Matera che trascina la Basilicata tutta”

“Giovedì prossimo porterò in II commissione Programmazione e Bilancio, gli atti relativi al Programma Triennale Politiche Culturali 2022/2024 e Programma Operativo Annuale Politiche Culturali 2022. Proverò, da presidente della stessa Commissione, anche su sollecitazione della collega Dina Sileo, a far sbloccare per arrivare all’approvazione in Consiglio, gli 8 milioni di euro stanziati a valere a valere sulle risorse rese disponibili a seguito della riprogrammazione dei Fondi di sviluppo e coesione, con i quali finanziare 18 interventi in ambito culturale, di cui 2.5 milioni per il patrimonio intangibile ed 1.6 milioni per Interventi inerenti la promozione e sviluppo dello spettacolo. Cercherò di fare di tutto per evitare il collasso del comparto, già penalizzato oltremodo in questi 4 anni di buio assoluto.”

Lo dichiara il Consigliere Regionale Luca Braia, capogruppo Italia Viva e Presidente della II Commissione Programmazione e Bilancio.

“Anticiperò, forse in maniera irrituale – prosegue Luca Braia – la discussione ancora “non avvenuta” in IV commissione, per le beghe interne nella inesistente maggioranza di centrodestra.

Tra il 2015 e il 2019, la Basilicata fece un enorme balzo in avanti con l’approvazione della Legge Regionale 27, l’azione messa in campo dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 chiamata a realizzare le attività contenute nel dossier di candidatura, l’anno incredibile di Matera Capitale Europea della Cultura sotto i riflettori del mondo intero. Passando per la Lucana Film Commission, la valorizzazione dell’intero patrimonio culturale tangibile e intangibile e molto altro. Abbiamo fatto di ogni evento, l’evento della regione intera, dimostrando nei fatti come la Cultura possa realmente cambiare i destini di una comunità, come quella Materana e della Basilicata tutta.

A distanza di 8 anni, l’esperienza da Capitale Europea della Cultura ci ha insegnato che con la cultura si sviluppa una società sicuramente più sana e che se riusciamo a farne una programmazione intelligente e ambiziosa si accresce il senso di appartenenza dei cittadini e delle cittadine alla propria comunità. In maniera esponenziale si vedrà l’aumento dei fattori economici e occupazionali come avvenuto nel 2019 (+300% per ricettività, +180% di arrivi all’anno dal 2015 al 2019).

Abbiamo diversi strumenti a disposizione che sono diventati un brand riconosciuto, tra questi proprio la Fondazione Matera-Basilicata 2019.

Chiedo che possa immediatamente riprendere il proprio cammino, migliorando l’esperienza che comunque è stata positiva ma purtroppo, di fatto, stoppata e fatta maldestramente terminare dopo il 2019. Sappiamo che ha cercato con tutte le forze di proseguire con le attività, seppure senza ossigeno, per esclusiva capacità e buon senso del management, oggi sostituito e, nonostante questo rinnovamento, ancora fermo al palo.

In II Commissione – conclude il Presidente Luca Braia discuteremo per portare alla successiva approvazione del consiglio, i 18 progetti che sono stati approvati dalla Giunta Regionale e attendono da mesi, tra cui, per ricordarne alcuni, la quali la programmazione artistica del Conservatorio della Musica di Potenza e del Conservatorio della Musica di Matera E. Duni, la Programmazione artistica Istituzione Concertistica-Orchestrale (ICO), il turismo balneare (Maratea, Policoro, Bernalda, Scanzano Jonico, Pisticci, Nova Siri, Rotondella), gli interventi inerenti la promozione e sviluppo dello spettacolo e molto altro” conclude Braia.