Xylella, Coldiretti Puglia: altre 426 piante infette

Accanto all’emergenza coronavirus c’è un altro nemico invisibile che continua a minacciare l’agricoltura pugliese. Avanza in Puglia la xylella, ad oggi sarebbero in totale 426 le nuove piante positive, di cui 404 olivi, 16 piante di lavanda, 5 oleandri ed 1 mandorlo”. A denunciarlo è la Coldiretti Puglia. I risultati emergono dalle analisi condotte sul materiale vegetale campionato e pubblicati su InfoXylella. Gli alberi contagiati sono “quasi esclusivamente” nella provincia di Brindisi (419). “Da segnalare – scrive Coldiretti Puglia – un focolaio in pieno centro della zona industriale di Ostuni dove, insieme ad alcuni olivi, si sono infettate, tutte nella stessa aiuola, ben 16 piante di lavanda e 5 di oleandro, mentre a preoccupare è la crescente numerosità di ulivi infetti nella Piana degli ulivi monumentali”. “Se gli espianti in questi anni fossero stati immediati – spiega il presidente di Coldiretti Savino Muraglia – sarebbero stati estinti tempestivamente i focolai attivi che hanno continuato ad infettare piante, ulivi e non solo”. “Al contempo – aggiunge il direttore di Coldiretti Puglia, Pietro Piccioni – il sistema dei monitoraggi e dei campionamenti va potenziato perché ancora oggi si basa principalmente su analisi visiva di ulivi troppo spesso asintomatici”. “Va rifinanziata nel 2020 l’attività di monitoraggio dell’insetto vettore – conclude – strumento essenziale per tracciare il percorso e lo stato di avanzamento degli stadi di vita della ‘sputacchina’ e rendere maggiormente efficaci le ‘buone prassi’ in agricoltura”.