Acqua: nuovo pozzo a Muro Lucano, servirà 10 mila abitanti

Serbatoio di 900 metri cubi e una condotta di 5,4 chilometri

Un serbatoio della capacità di 900 metri cubi e una condotta lunga 5,4 chilometri: sono due delle caratteristiche del pozzo realizzato nell’area di Muro Lucano (Potenza) che è stato inaugurato oggi.

La struttura è stata finanziata con 2,5 milioni di euro ed è dotata anche di un impianto di sollevamento: la condotta raggiunge le “reti di adduzione” di Muro Lucano e di Bella (Potenza). Dal pozzo vengono estratti circa 30 litri di acqua al secondo – pari a circa un milione di metri cubi all’anno – “che rappresentano una disponibilità importante per un’area che comprende circa diecimila abitanti e che fino ad ora ha sofferto la carenza di alimentazione idrica”.

All’inaugurazione del pozzo hanno partecipato il presidente della Regione, Vito Bardi, l’assessore all’ambiente, Gianni Rosa, l’amministratore unico di Acquedotto Lucano, Giandomenico Marchese, e l’amministratore unico dell’Egrib, Canio Santarsiero. Secondo quanto reso noto dall’ufficio stampa della giunta regionale, “restano da superare i problemi correlati alla vetustà del sistema idrico e fognario di Muro Lucano”, per cui sono stati stanziati 2,7 milioni di euro. Secondo Bardi, l’inaugurazione degli impianti “è importante e risponde a una promessa che era stata fatta quando io ero venuto qui in occasione delle festività per il patrono di Muro Lucano. I lavori di questo pozzo sono stati accelerati, oggi siamo felici di poter fare questa inaugurazione perché questa centrale potrà portare acqua al paese. La Giunta ha stanziato 2,7 milioni di euro e sono state attivate le procedure di gara che determineranno un potenziamento della rete idrica di Muro Lucano e di Bella. Una cosa importante per i cittadini che avranno la possibilità di avere l’acqua sempre”.