Sanità, Fondazione ANT: presidente Pannuti in visita a Potenza

Fondazione ANTPOTENZA – Anche la Basilicata rientra tra le 9 regioni italiane in cui la fondazione ANT Onlus offre assistenza medico-domiciliare gratuita ai malati terminali. Una azione intrapresa nel 2001 a Potenza e dal 2003 a Villa D’Agri, che vede impegnati diversi medici, infermieri e psicologi, coordinati dal delegato Giovanni Imbrogno.

A conferire il giusto plauso a quanto fatto fin’ora e presentare il Bilancio di Missione per l’anno 2014, presso la Biblioteca Nazionale di Potenza è intervenuto il presidente ANT Raffaella Pannuti, la quale ha sottolineato le azioni no-profit volte a migliorare le cure paliative e terapia del dolore oltre che rimarcare l’importanza di un rapporto di sinergia tra sanità pubblica e privata.

Tra i dati emersi, in Basilicata l’ANT può contare su un nutrito gruppo di volontari che portano avanti compiti di logistica e raccolta fondi. Di primo piano il fronte della prevenzione oncologica gratuita grazie al Progetto Melanoma e Tiroide, per la diagnosi tempestiva delle neoplasie cutanee ed eventuali noduli tiroidei. Anche il sostegno di altri organismi contribuisce a realizzare gli obiettivi istituzionali: come nel caso della BCC di Laurenzana e Nova Siri, la quale ha destinato per la prima volta all’ANT regionale una parte dei 500mila euro messi totali a disposizione per il 2015 in favore delle opere di beneficenza.