Capitale italiana del libro 2024: Tito tra le cinque finaliste

C’è anche Tito, città del Potentino, tra le cinque finaliste nella corsa al titolo “Capitale italiana del libro 2024”, iniziativa promossa dal Ministero della Cultura.
Il 31 gennaio l’audizione di una delegazione comunale dinanzi alla commissione giudicatrice, che assegnerà un contributo di 500 mila euro per la realizzazione di progetti culturali. A renderlo noto l’ufficio stampa dell’amministrazione comunale che ha ricordato come “nel mese di luglio scorso fu presentato il dossier, grazie al lavoro di un tavolo coordinato dall’assessore Fabio Laurino e che ha visto coinvolti diversi soggetti operanti nell’ambito culturale”.
Inclusione, identità, trasformazione, diversità e lavoro in rete con altre realtà del territorio: questi i temi al centro del dossier di candidatura del comune in provincia di Potenza, per un modello di sviluppo culturale che possa essere replicato in altre realtà nazionali. Tito dovrà contendersi ora il titolo con Grottaferrata nel Lazio, San Mauro Pascoli in Emilia Romagna, Taurianova in Calabria e Trapani in Sicilia. La località vincitrice sarà proclamata entro febbraio.