Fase 3: Puglia sosterrà Albania per contrasto Covid

Emiliano: “La missione ha lo scopo di evitare che dall’Albania possano derivare rischi epidemiologici, quindi opereremo controlli transfrontalieri”

“Stiamo dando una mano ai paesi più vicini. Abbiamo dato la nostra disponibilità alla protezione civile nazionale per una missione in Albania, dove stanno fronteggiando il loro picco massimo di contagi”. A comunicarlo il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, a margine della firma del protocollo d’intesa con la Prefettura di Bari che affida alle forze dell’ordine il compito di fare le indagini epidemiologiche anti-Covid. L’annunciata disponibilità di una missione in Albania sarebbe finalizzata ad “aiutare i nostri fratelli albanesi che ci hanno aiutato mesi fa andando in Lombardia, – ha spiegato Emiliano – ma anche ad evitare che i frontalieri possano portare qui il contagio. Questo lo faremo con tutti i Paesi che rischiano di portarci i contagi”. Emiliano chiarisce, infatti, che gli attuali contagi in Puglia derivano “quasi sempre da persone che vengono dall’estero e per questo abbiamo accolto bene il provvedimento del Governo sulla quarantena per chi rientra da Paesi considerati a rischio”. Emiliano ha confermato la missione in Albania anche a margine della Conferenza Stato-Regioni che si è riunita a Bari. “Comincerà – ha spiegato il governatore pugliese – il primo incontro in video-conferenza tra i miei tecnici dell’assessorato alla Sanità e della Protezione civile con gli omologhi albanesi. Qualche giorno fa ho preso contatto con il presidente del Consiglio albanese, Edi Rama, al quale abbiamo offerto la nostra assistenza. Dopo aver regolarizzato tutte le procedure, la task force della Protezione civile nazionale, incarnata dalla Protezione civile pugliese, partirà per l’Albania per dare appunto il nostro contributo”. “La missione – ha concluso – ha anche lo scopo di evitare che dall’Albania possano derivare rischi epidemiologici, quindi opereremo controlli transfrontalieri”.