Bari, addio a Franco Cassano: se na va il creatore del “Pensiero Meridiano”

Il sociologo barese si è spento a 78 anni a causa di una grave malattia

Uno dei suoi ultimi contributi, poco meno di un anno fa, fu un videomessaggio di speranza agli albori dell’emergenza Covid. Un pensiero lucido, che per quasi 80 anni ha provato a superare gli stereotipi di un Mezzogiorno spesso prigioniero dei suoi stessi schemi. Franco Cassano se ne va così, a 78 anni, dopo una lunga lotta con la malattia, lasciando una scia di idee, ricordi e speranze che negli anni hanno contribuito non poco a quella che poi tutti hanno chiamato Primavera Pugliese. Nato ad Ancona nel 1943, professore di sociologia all’Università di Bari, Cassano ha legato il suo nome soprattutto al suo “Pensiero Meridiano”, il saggio pubblicato nel 1996 in cui riformulava completamente la concezione che lo stesso Sud avrebbe dovuto avere di sé per uscire dall’epoca dell’assistenzialismo ed entrare in un’ottica di valorizzazione delle proprie risorse e competenze. A 25 anni di distanza, i semi di quel pensiero sono ormai storia: Cassano fu infatti animatore dei diversi gruppi che portarono alla nascita delle candidature di Michele Emiliano a sindaco di Bari prima, e di Nichi Vendola a governatore della Puglia poi. Cassano stesso nel 2013 venne scelto come capolista del Pd in Puglia alle elezioni politiche, risultando eletto e lavorando come componente della Commissione Esteri. Tanti i messaggi di cordoglio da parte di colleghi e compagni di strada, ai quali mancherà un confronto sempre lucido con chi ha provato, senza sosta, a restituire al Mezzogiorno il ruolo che gli spetta.