Fase 3, Giorgia Meloni: “In Puglia una gestione pessima dell’emergenza sanitaria”

Sul fronte centrodestra, la pensa così anche Licia Ronzulli, vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato che ha dichiarato: “Invece di dare risposte, Emiliano e la sinistra hanno cavalcato la paura della gente”

 

 

“Sul Covid in Puglia penso ci sia stata una gestione pessima”. A dirlo, la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, a margine di un incontro elettorale a Brindisi. Secondo i dati, ha dichiarato Meloni, la Puglia “è la regione che ha avuto il più alto tasso di mortalità, che ha fatto il più basso numero di tamponi, che ha avuto i tempi più lunghi per avere una risposta una volta che veniva fatto il tampone”. Meloni si è poi soffermata sulla situazione negli aeroporti, al centro delle polemiche dopo l’aumento di contagi da rientro.

“L’emergenza di questi giorni degli aeroporti – ha continuato la leader di Fratelli d’Italia – con due ordinanze che confliggono tra loro, una di Emiliano e una di Speranza che non riescono neanche a parlarsi tra di loro anche se stanno nella stessa maggioranza, hanno gettato nel caos migliaia di persone che tornavano dalle vacanze e, indipendentemente da quale fosse il tempo per fare il tampone, le 48 ore previste da Speranza e le 72 di Emiliano, ci sono state persone che hanno dovuto aspettare chiuse in casa per dieci giorni prima che la Asl le chiamasse per fare il tampone”.

“Questa – ha concluso Meloni – è la gestione del Covid in Puglia ma, del resto, se il nostro massimo esperto sta lì a dirci che il Covid non viaggia sui barconi ma in prima classe sugli aerei, mi pare che di evidenze scientifiche ne manchino parecchie”. Sul fronte centrodestra, tuona anche Licia Ronzulli, vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato, che nel corso di una manifestazione elettorale ad Andria, è tornata a parlare della gestione della sanità in Puglia.

“Dopo avere tenuto per sé una delega fondamentale come quella alla sanità, invece di affidarla a qualcuno capace e competente, – ha dichiarato Ronzulli – Emiliano ha detto che stabilizzerà migliaia di precari del settore sanitario. Non ha fatto una sola assunzione che fosse una in questi anni, ma improvvisamente, guarda caso in campagna elettorale, ha deciso di fare queste assunzioni”. “Invece di dare risposte, – ha concluso la senatrice di Forza Italia – Emiliano e la sinistra hanno cavalcato la paura della gente, delle famiglie, con un terrorismo psicologico utile solo a nascondere gli insuccessi di anni e anni di mala gestione”.