Infrastrutture, M5S Basilicata a Margiotta: “Bene l’alta velocità, ora si guardi avanti”

Sarebbe il momento di profondere impegno pure per altre aree della Basilicata

 

Apprendo con piacere dal senatore Salvatore Margiotta, sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti, che raggiungere Roma da Potenza con il treno Frecciarossa sarà meno scomodo grazie ai nuovi cantieri che verranno inaugurati. A dirlo è il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Gianni Leggieri. Ora, però, aggiunge, sarebbe il momento di profondere impegno pure per altre aree della Basilicata.

 

E’ l’occasione scrive Leggieri di riprendere in mano altre questioni: i dossier sulla Matera-Potenza, sulla Potenza-Melfi-Candela, sulla Bradanica, sulla Basentana, sulla Tito-Brienza, sull’elettrificazione della ferrovia Potenza-Foggia, sui cantieri delle FAL. Proprio per la Potenza-Melfi-Candela migliorare la viabilità significherebbe dare uno slancio vitale a tutta la Basilicata, considerata la presenza nell’area Nord della regione degli stabilimenti FCA, del suo indotto e di altre importanti aziende, come Barilla ed Auchan. L’ampliamento della Melfi-Candela gioverebbe a tutta la regione. A Candela ci si innesta all’Autostrada Napoli-Bari (A16) e alla SS 655 (Foggia-Matera) con la possibilità, per chi proviene da Melfi, di raggiungere agevolmente l’aeroporto di Foggia.

 

Non dimentichiamo poi lo storico tratto ferroviario Rocchetta Sant’Antonio-Gioia del Colle, che oltre a poter diventare una splendida ferrovia storica, e quindi un importante attrattore turistico per tutta l’area del Vulture Alto Bradano e della murgia lucana e pugliese, può e deve essere valutata la possibilità di un ritorno rete passeggeri e merci.

 

Infine Leggieri ricorda l’ormai desolante situazione dei collegamenti ferroviari tra Taranto e Sibari che dovrebbero servire l’intera area del metapontino.  Ultimo, ma non per importanza: l’invito a focalizzarsi sulla manutenzione delle strade provinciali e sulla sviluppo della rete cicloturistica regionale.