Al “Giulio Cesare” di Bari la scuola si interroga sull’emergenza droga e legalità

Una giornata scolastica diversa quella al Giulio Cesare di Bari, dove nell’aula magna dell’istituto, non quindi dietro i banchi, i ragazzi di quarto e quinto anno hanno potuto assistere a una lezione di vita, raccontata dagli attori che quotidianamente vivono e si confrontano suoi principi della legalità. Legalità e cittadinanza per riflettere su come la malavita troppo spesso abusa dei ragazzi attraverso l’utilizzo della droga.  Un progetto che ha coinvolto i ragazzi in un percorso che si è concluso con il confronto anche con il Magistrato della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, Renato Nitti. Un progetto promosso dall’associazione Libera. Presente anche Pinuccio Fazio, papà di Michele,  vittima innocente della mafia.