Stazione Bari Centrale, proseguono i lavori nel malcontento di pendolari e viaggiatori

Una stazione centrale completamente rinnovata, aperta su Piazza Aldo Moro e su via Capruzzi. Proseguono i lavori di restyling nella stazione ferroviaria di Bari, che prevedono anche l’ampliamento e il prolungamento del sottopasso giallo di Bari Centrale, che migliorerà di gran lunga l’interscambio dei collegamenti con la stazione di Ferrotramviaria. Ma non solo. I lavori di ristrutturazione, infatti, rguarderanno, non solo il sottopasso giallo, ma anche quello verde e quello rosso e prevedono anche la realizzazione di un fabbricato che si affaccerà su via Capruzzi, nel quale saranno ospitate biglietterie, sale d’attesa, uffici e punti ristoro, per un totale di ben 140 metri quadrati su circa 8mila di superficie totale. Lavori, iniziati nel mese di gennaio 2018 e che dovrebbero durare due anni, che però, stanno creando non pochi disagi ai pendolari e ai viaggiatori; difficoltà soprattutto legate alle attese, in particolare se si arriva con anticipo, a causa della totale assenza di sale d’attesa. Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, però, rassicura: “Con questo intervento, la stazione di Bari centrale sarà molto più moderna ed accogliente, soprattutto più efficiente, all’altezza delle aspettative di coloro che vi giungeranno”. I lavori sono stati finanziati con 9 milioni di euro dal Ministero delle Infrastrutture, oltre ai 90 milioni destinati da RFI per la razionalizzazione dell’assetto dei binari della stazione centrale con l’obiettivo di collegare tra loro tutti e quattro i vettori ferroviari – Fal, Ferrotramviaria, Rfi e Sudest – Al termine dei lavori non sarà più necessario uscire dalla stazione per spostarsi da un vettore all’altro, ma sarà invece possibile accedere direttamente ai diversi binari anche per le persone con disabilità grazie all’abbattimento delle barriere architettoniche.