Per le strade di Bari il corteo storico in onore di San Nicola tra sfere, danzatori e figuranti

“Un momento di forte emozione per un popolo che abbraccia il suo santo Patrono” le parole dell’Assessore alle Culture del comune di Bari, Silvio Maselli

 

E’ partito come da tradizione dal Castello Svevo di Bari il corteo storico della festa di San Nicola: 500 figuranti impegnati per la rievocazione storica diretta, per il secondo anno consecutivo, da Elisa Barucchieri. Una tradizione che si rinnova e che non abbandona mai la strada della sua storicità. Una storia che ha trasformato Bari costruendole una nuova identità fatta non soltanto di fede ma soprattutto di dialogo e accoglienza. Perchè San Nicola è il santo di tutti: amato e venerato in tutto il mondo. Un Santo che ha trasformato Bari in una città dell’ecumenismo, di dialogo e di accoglienza e che per questo porterà papa francesco a bari il prossimo 7 luglio. Il corteo si è snodato tra le strade principali di Bari raggiungendo la Basilica di San Nicola tra sfere, danzatori e figuranti. Al ritmo del linguaggio del corpo in area, in acqua e in terra, il corteo ha narrato la storia e i miracoli del Vescovo di Myra attraverso sei quadri scenici e due spettacoli, narrati dall’io narrante – San Nicola – interpretato dalla voce di Pino Insegno. La danza aerea e acquatica ha lasciato tutti senza fiato: grazie a delle strutture realizzate in cartapesta, le ballerine hanno volato sulle teste di tutti i Pellegrini giunti a Bari. E poi l’abbraccio del santo patrono a Bari attraverso l’intero corteo che ha rievocato la traslazione delle ossa del Santo avvenuto nel 1087 ad opera di 62 coraggiosi marinai che hanno dato una nuova identità a Bari. Il corteo partito da piazza Federico II di Svevia, ha percorso via San Francesco d’Assisi, piazza Garibaldi, corso Vittorio Emanuele, il lungomare imperatore Augusto fino ad arrivare a piazza San Nicola. L’acqua presente in questa edizione sotto diverse forme e in diversi luoghi. Perché il rapporto dell’aria, della terra e dell’acqua richiamano il profondo rapporto tra San Nicola e il mare.