Didattica a distanza, Puglia: “Sarà la prima regione con il digital divide azzerrato”

Didattica a distanza per tutti, in Puglia, grazie alla fibra. Con un grande sorriso celato dalla mascherina, il presidente della Regione, Michele Emilano comunica che entro poche settimane la Puglia sarà la prima regione italiana totalmente connessa in fibra in tutte le case. Sarà la Tim, l’azienda italiana di telecomunicazioni a garantirla, secondo quanto riferito dall’amministratore delegato Luigi Gubitosi. La Puglia, ha dichiarato, “sarà la prima regione con il digital divide azzerrato” entro fine anno. L’ad di Tim ha anche ribadito l’impegno per portare la fibra in tutte le case e chiudere il digital divide nel 2021. “Stiamo lavorando alla seconda regione e piano piano raggiungeremo tutte le regioni”. La prima, intanto, è la Puglia. Una vittoria, secondo il presidente Emiliano che sulle sue pagine sottolinea quanto sia importante questo ulteriore passo verso una rivoluzione digitale nel mondo scolastico. “Significa – scrive Emiliano – che nel giro di poche settimane tutte le scuole pugliesi potranno connettersi in Didattica a Distanza con le abitazioni degli studenti potendo ottemperare alla mia ordinanza n.413”. Ovvero quella che impone alle scuole di attrezzarsi il prima possibile per garantire a tutti gli studenti di poter usufruire della didattica a distanza per poter seguire le lezioni da remoto. Tutto insomma per ridurre al minimo il rischio di contagi e frenare la corsa del coronavirus in una regione, la Puglia, in cui la situazione è delicata. A stretto giro, il ministro della Salute, Roberto Speranza, potrebbe prendere altre decisioni su nuove chiusure regionali, mentre in tutta Italia arrivano primi timidi segnali di rallentamento dei contagi. Tra le regioni che rischiano la zona rossa ci sarebbe anche la Puglia.