Scuola 2.0, firmato accordo di rete tra Regione e scuole lucane

Scuola DigitaleLa Basilicata compie altri passi verso l’infrastrutturazione ed alfabetizzazione della scuola 2.0. Presso l’Aula Magna del Polo Umanistico Unibas a Potenza, dirigenti e docenti hanno preso parte ad una giornata formativa che ha visto la sottoscrizione dell’accordo di rete per capitalizzare tutte le prossime azioni.

Prima fra tutte la formazione di un “distretto” per condividere ed implementare progetti. Al centro la figura degli “animatori digitali”, inseriti dal Ministero dell’Istruzione nel Piano Nazionale per la Scuola Digitale, che sul territorio lucano riguarda 125 istituti.

Un comitato tecnico scientifico si occuperà di coordinare la formazione di animatori, dirigenti e personale tecnico amministrativo, i quali avranno tutte le competenze per affrontare a meglio la sfida dell’apprendimento in digitale.

In numeri, tra prima e seconda fase del progetto, varato dalla Regione nel 2015 grazie all’apporto finanziario del Programma Operativo FESR 2007-2013 per circa 5 mln di euro, si realizzano 14 scuole e 200 classi rigorosamente 2.0, la formazione in tema per 200 insegnanti ed un incremento della dotazione tecnologica con circa 8.000 strumenti fra tablet, notebook e LIM, oltre alla realizzazione di un piano di connessione alle reti in banda larga ed ultralarga degli istituti.

I dettagli sono stati illustrati, tra gli altri, dall’Assessore alla formazione e ricerca della Regione Basilicata, Raffaele Liberali. L’obiettivo non è solo di migliorare in tempi certi l’offerta didattica di ogni ordine e grado ma soprattutto di far quadrato sul piano dell’alternanza scuola – lavoro.