Volley maschile SuperLega, quarta giornata di ritorno.

esultanza_molfettaMolfetta (Ba) – Di fronte a un PalaPoli rinnovato e tirato a lucido per questa seconda parte di stagione, il Molfetta sfoggia una prestazione superlativa e si aggiudica il match contro il Milano con un secco 3-0. Una gara in cui Molfetta dà grande prova di squadra, di maturità e di umiltà ribattendo colpo su colpo ai tentativi di offensiva milanese. La squadra ospite, infatti, prova a dare filo da torcere al sestetto pugliese nelle fasi centrali di tutti set giocati, specie con Milushev, ma nulla può di fronte allo strapotere di Hernandez che, dopo aver ricevuto prima della gara il premio di MVP della Superlega per il mese di dicembre, con un’altra grande prestazione si conferma MVP di serata e autentico trascinatore. La differenza la fanno l’opposto molfettese, 23 punti totali e il 76% in attacco, i 4 punti di Hierrezuelo a muro e i 10 servizi vincenti da parte dei padroni di casa (4 Hernandez, 3 Fedrizz 2 Joao Rafael 1 Barone), ma anche la giornata non positiva del libero meneghino Tosi (23% ricezione positiva, 8% perfetta). Coach Monti sceglie la diagonale composta da Boninfante-Milushev, Skrimov e Russomano ai lati, Alletti e De Togni centrali. Libero Tosi. Montagnani conferma la squadra che ha battuto Verona schierando la solita diagonale cubana Hierrezuelo-Hernandez; Joao Rafael e Fedrizzi schiacciatori, Barone e Candellaro al centro con De Pandis libero. Nel primo set Hernandez sembra inarrestabile e con 10 punti totali e l’80 % in attacco è lui a chiudere il set sul 25-21. Al rientro il Molfetta trova nel fondamentale della battuta l’arma in più per aggiudicarsi il set che si chiude sull’invasione di Milano (25-20). Parte bene Milano nel terzo set, ma l’entusiasmo iniziale dura poco e Molfetta pone fine al parziale e al match con un primo tempo di Candellaro (25-21).