La Pallavolo Matera presenta il ricorso.

Matera – La Lega aveva dato qualche giorno in più alla Pallavolo Matera per presentare la polizza fideiussoria di 200mila euro, necessaria per potersi iscrivere al campionato di serie A2 di volley maschile. Quella proroga non era bastata e pertanto la Commissione aveva espresso parere negativo all’iscrizione del sodalizio per l’insufficiente ammontare della garanzia finanziaria fino a quel termine depositata ed, in virtù anche delle mancate iscrizioni di 5 club, aveva proceduto, in data 4 luglio, al ripescaggio di Brolo, Cavrighese ed Ortona, andando a proporre una serie A2 a 12 squadre. La Pallavolo Matera aveva preannunciato ricorso, da poter proporre al giudice di Lega entro due giorni lavorativi dalla data di ufficializzazione della composizione dei campionati. Detto fatto. La società biancazzurra è riuscita infatti ad integrare la polizza fideiussoria, raggiungendo quota 200mila euro, ha proposto il ricorso ed ora attende la decisione del Giudice di Lega che dovrebbe arrivare entro martedì. Qualora il ricorso venisse respinto, la Società ha tre giorni lavorativi di tempo per ricorrere alla Commissione d’Appello Federale della FIPAV; se persistesse la contrarietà vi è l’ultima possibilità, quella di ricorrere al Tar, fermo restando che le decisioni andrebbero prese comunque in tempi rapidi visto che la Lega ha già fissato per giovedì 19 luglio alle 10:30 la presentazione ufficiale dei calendari della stagione 2012/2013, che si terrà a Bologna al termine della 3 giorni di volley mercato. Gli scettici, questa del ricorso per essere riammessi alla serie A2, la vedono un’eventualità piuttosto remota. Chi è invece ben addentrato nel settore, avanza qualche ipotesi, ribadendo che la Lega punta ad organizzare campionati con un numero pari di squadre e che mai potrebbe rispedire in B1 club ripescati. Dunque se A2 sarà per la Pallavolo Matera, le squadre diventerebbero in totale 13 e la Lega potrebbe optare o per il ripescaggio del Club Italia, società amministrata dalla Fipav che riunisce nelle strutture gestite i migliori giocatori italiani sotto i vent’anni, o per quello della Materdomini Castellana Grotte, altro club di puro settore giovanile visto di buon grado dalla Lega. C’è da aspettare, non molto, ma comunque per il club materano si tratta di un’attesa interminabile.