Al via la 29° edizione del Torneo “Maria Ss. della Bruna” a Matera

Grande rinnovamento per il torneo estivo materano: introduzione della categoria Over40 e nuova formula di gioco

Il Comitato Territoriale di Matera del Centro Sportivo Italiano ha annunciato importanti innovazioni per la 29° edizione del Torneo “Maria Ss. della Bruna”. Quest’anno, l’evento si caratterizza per l’introduzione di una categoria dedicata esclusivamente agli atleti Over40 e per una formula di gioco rinnovata che emula lo stile della Champions League.

Lorenzo Calia, presidente provinciale del CSI Matera, ha svelato le novità durante la conferenza stampa di presentazione. “L’evento sportivo si giocherà su un girone unico, permettendo a ogni squadra di sfidare qualsiasi avversario. Questo formato non solo aumenta la competitività, ma rende anche il torneo più dinamico e interessante”, ha spiegato Calia.

Le prime cinque squadre in classifica al termine delle partite di girone accederanno direttamente ai quarti di finale, mentre le squadre classificate dalla sesta all’undicesima posizione disputeranno i play-in, confermando la formula introdotta l’anno scorso.

Per quanto riguarda la categoria Over40, essa vedrà la partecipazione di quattro nuove squadre, con partite di andata e ritorno all’interno di un girone unico. Questa iniziativa risponde alla richiesta dei partecipanti storici del torneo e mira a valorizzare l’esperienza e la passione degli atleti più maturi.

Nel corso dell’evento è stata anche introdotta la “Serata dei Capitani”, un nuovo momento celebrativo che sottolinea l’importanza del ruolo del capitano all’interno delle squadre. Durante la serata, sono state consegnate fasce logate del CSI a tutti i capitani.

La manifestazione si aprirà ufficialmente con la seconda edizione della Supercoppa “Maria Ss. della Bruna”, il Trofeo “Vito Chimenti”, che vedrà affrontarsi la Tecnovetro, vincitrice dell’ultima edizione, e la Tabaccheria Sassone. L’evento si terrà il 17 maggio alle ore 21, alla presenza di autorità religiose e civili, nonché di Matteo Trombetta, Delegato Regionale di Sport e Salute.