Calcio, Serie C: Monopoli si conferma seconda forza del girone anche ad Avellino, Potenza sempre piu’ nei guai

Nella 23esima giornata, sconfitte pesanti per Foggia e Potenza. Il Monopoli si conferma come seconda forza del girone anche ad Avellino. Manita del Francavilla alla Nuovarredo Arena contro il Messina.

Il Monopoli supera a pieni voti l’esame Partenio, mantenendo l’imbattibilità, che dura da quattro turni, anche contro l’Avellino e confermandosi come la seconda forza del girone dietro la capolista Bari. E’ la squadra di Colombo a passare in vantaggio con Starita al 40esimo, prima del pareggio e del sorpasso irpino messo a segno da Maniero al 42esimo e al 75esimo. Di Arena all’83esimo il gol del pareggio del Monopoli, grazie a un imperioso stacco di testa su cross di Guibre, che fissa il punteggio sul 2 a 2 finale.

Si conferma tra le migliori formazioni del girone anche la Virtus Francavilla. La formazione di Taurino sfrutta ancora una volta al meglio il fattore campo e alla Nuovarredo Arena mostra la manita al Messina. Apre le marcature Patierno all’undicesimo, il nove biancazzurro devia in rete con tempismo perfetto il cross dalla sinistra di Caporale. Al 29 esimo, e’ Miceli ad andare in gol con un tocco sottomisura. Il tris della Virtus, al 37esimo, porta la firma di Prezioso al termine di una bella azione corale. Nella ripresa, c’e’ spazio per il gol della bandiera dei siciliani con Balde, e per i gol di Pierno e Perez, che fissano il punteggio sul 5 a 1 finale per gli imperiali. Non va oltre l’1 a 1 invece il Taranto contro la Paganese. Tra le mura amiche dello stadio Iacovone, gli ionici vanificano il vantaggio di Saraniti su rigore alla fine del primo tempo con il gol subito da Firenze al 57esimo. Pari anche per l’Andria 0 a 0 contro la Vibonese. La formazione di Ginestra puo’ recriminare per i due legni colpiti, al 38esimo da Bortoletti e da Di Piazza al 51esimo. Il pari sta stretto all’Andria soprattutto per ragioni di classifica, I federiciani non riesco infatti a scostarsi dalla zona playout.

Giornata nera per le lucane. E se per il Picerno la sconfitta contro la Turris, firmata da Manzi al 49esimo, non complica troppo i piani della squadra di Colucci, in zona playoff al decimo posto, il ko del Potenza per 3 a 1 contro il Monterosi complica ulteriormente il cammino dei rossoblu’ ultimi in classifica.

Un capitolo a parte merita il Foggia. Lo stop interno per 3 a 1 con il Latina e’ costato il posto al ds rossonero Giuseppe Pavone. La decisione del presidente Canonico potrebbe avere delle ripercussioni anche per Zeman, con il tecnico boemo che starebbe riflettendo in queste ore su un clamoroso addio alla piazza rossonera.