Avellino-Bari 1-1, Mignani: “Bene il pareggio, ma qualche rammarico per come e’ arrivato”

Calcio, serie C. Pareggio esterno delBbari contro l’Avellino. Biancorossi sempre in testa al girone, ora a più 5 sul Palermo

Il Bari esce dal Partenio di Avellino con un solo punto in tasca, ma con qualche certezza in più rispetto al recente cammino in trasferta. Mister Mignani schiera dal primo minuto Mallamo al posto di Scavone, confermando Celiento in difesa al fianco di Terranova e Paponi in attacco con Antenucci.

La partenza è tutta per i padroni di casa. Prima D’Angelo al quinto minuto e poi Maniero all’ottavo mettono i brividi a Frattali. Il Bari risponde alla mezz’ora con un tentativo di Antenucci dal limite: il suo tiro, debole, finisce sul fondo. Il sette biancorosso e’ piu’ preciso al 31esimo, quando trova il corridoio giusto per Mallamo, messo giu’ in area da Forte. L’arbitro indica il dischetto e dagli undici metri Antenucci non sbaglia, per l’1 a 0 Bari.

Nella ripresa, l’Avellino si rende pericoloso gia’ al sesto con un colpo di testa di Ciancio alto sopra la traversa. Al 22esimo Forte si disimpegna senza difficolta’ su una conclusione dalla lunga distanza di Mallamo. Poi sale in cattedra Kanoute’. L’attaccante sengalese sfiora il pareggio al 28esimo e poi realizza il punto del pari al 37esimo, in sospetta posizione di fuorigioco, sugli sviluppi di un corner. Al termine della partita, Mignani e’ rammaricato piu’ che per il pareggio in se’ per come e’ arrivato.