Calcio, il consiglio federale della FIGC ha deciso per la ripartenza della serie C

Il Consiglio della Federazione Italiana Giuoco Calcio ha deciso per la ripartenza: i campionati di Serie A, B e C vanno avanti, mentre si fermano i Dilettanti, con promozione delle prime classificate, e il movimento femminile.

Incluso quello di Lega Pro, i campionati dovranno finire entro il 20 agosto con stagione 2019/2020 dichiarata chiusa il 31.

Due le opzioni alternative: playoff e playout in caso di nuova sospensione, oppure classifica in ghiaccio applicando “oggetti – recita la nota ufficiale – coefficienti correttivi” con interruzione definitiva.
Dunque, l’esito raggiunto a Roma sconfessa la posizione di non giocare più assunta dalla maggior parte dei presidenti di Serie C. Viatico ad una ripresa è stato il protocollo sanitario nazionale e il ritorno agli allenamenti di squadra. Restano alla finestra e pronte a ripartire le lucane e pugliesi: Bari, Monopoli e Potenza, nei piani alti della classifica, Bisceglie e Picerno.

Nei prossimi giorni sarà il ministro per lo sport, Vincenzo Spadafora, a pronunciarsi ufficialmente per dare il via libera.