Calcio. A Cava dei Tirreni quinta sconfitta consecutiva per il Matera

Neanche il cambio di proprietà scuote il Matera. L’incubo non si arresta, e a Cava de Tirreni arriva la quinta sconfitta consecutiva

Davanti agli occhi del neo patron Rosario Lamberti, presente allo stadio cavese, i ragazzi di mister Imbimbo si arrendono per 3-1 ai campani, subendo ancora una volta una pesante rimonta dopo essere passati in vantaggio nella prima parte di gara.

DI NANNI VEGLIA – Un solo cambio in casa biancazzurra, con l’innesto di Genovese a rilevare Bangu. E il Matera parte subito forte, riversandosi in attacco e creando le prime occasioni in avvio con Ricci e Scaringella. E la supremazia si concretizza al 20’, con il vantaggio siglato da Ricci, che viene servito in area di tacco da Scaringella e ha gioco facile a battere a rete. Ma poco prima dell’intervallo la squadra di casa trova il pareggio con Agata, che tutto solo davanti a Farroni riceve dalla destra da Rosafio e mette in rete. Nella ripresa sale in cattedra la squadra campana, che sfiora il gol al 13’ con Rosafio, il cui tocco delizioso termina sul fondo, e qualche minuto dopo con Sciamanna, che però si fa ipnotizzare da Farroni. Il Matera replica con il colpo di testa di Risaliti su azione da corner che viene respinto da una prodezza del portiere Vono, ma non può nulla ad un quarto d’ora dal termine, quando Rosafio schiaccia di testa a rete sul cross di Bettini. L’undici di Imbimbo cerca generosamente un pari che sarebbe meritato, va ad un passo dal gol con Stendardo e il neo entrato Dammacco, e al 90’ coglie in pieno la traversa con Corado, dopo il miracolo di Vono. E sul capovolgimento di fronte becca la terza rete su un errore dell’entro neo entrato Bangu, che innesca Sciamanna, lesto ad infilare Farroni. Matera nel baratro, e ora atteso dalla sfida infuocata con la quotata Casertana.