Bari, basket giovanile al PalaCarrassi per il progetto internazionale Baski

Un torneo di pallacanestro giovanile con le bandiere di Bulgaria, Romania, Cipro e Macedonia del Nord.

È l’omaggio del PalaCarrassi alle quattro federazioni cestistiche presenti a Bari per il progetto “Baski”, ovvero “Basketball for Life Skills”, iniziativa cofinanziata dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea azione Collaborative Partnership.

Un evento internazionale a cura di Asd Margherita Sport e Vita, che ha messo allo stesso tavolo anche il College Americano ACT, per la Grecia, e il Centro di Ricerche e Innovazione CSI di Cipro. Tema del confronto le possibilità di abbinare scuola e basket sin da giovane età, con un focus mirato allo sviluppo delle competenze degli sportivi e all’implementazione delle Linee Guida UE sulla doppia carriera degli atleti.

Dopo il meeting internazionale spazio al campo per le partite dei giovanissimi cestisti dai 10 ai 13 anni delle società baresi Pink Sport Time ed Adria Academy, con le facce dipinte di giallo e di blu per manifestare vicinanza al popolo ucraino. Presenti anche l’assessore comunale allo Sport, Pietro Petruzzelli, il presidente Fip Puglia, Francesco Damiani, e il general manager della Federbasket rumena Catalin Burlacu, già campione ad Avellino nella stagione 2007-08.