Tokio 2020, Dell’Aquila e Samele eroi della Puglia a cinque cerchi: fanno festa Foggia e Mesagne

Piu’ che un medagliere azzurro e’ un medagliere pugliese. La prima giornata di gare alle Olimpiadi di Tokio 2020 fa sorridere l’Italia e in particolar modo la Puglia, che in una classifica virtuale a 24 ore dall’apertura dei giochi sarebbe seconda solo alla Cina.

Merito dell’oro del 20enne taekwondoka di Mesagne, Vito Dell’Aquila, e dell’argento dello schermitore foggiano, Luigi Samele. Due medaglie, arrivate a meno di un’ora di distanza l’una dall’altra, che danno lustro alla Puglia, regione regina dei cinque cerchi almeno per un giorno.

Dell’Aquila e Samele: orgoglio pugliese, come recita l’hashtag lanciato dalla pagina Facebook ufficiale della Regione. “Portiamo in alto lo sport italiano nel mondo, complimenti da tutti i tifosi e tutte le tifose pugliesi” il post scelto per celebrare il successo olimpico dei due atleti.

Gigi e Vito sono stati immediatamente celebrati anche dal presidente Michele Emiliano. “Grande orgoglio da Foggia per l’Italia a Tokio. Orgogliosi di te” il commento del governatore pugliese su Facebook, subito dopo la medaglia conquistata da Samele nella sciabola. La prima conquistata dall’Italia a Tokio 2020. Poi l’esultanza social per l’oro del giovane taekwondoka di Mesagne. “Da Brindisi, dalla Puglia a portare in alto il tricolore d’Italia” si legge nel post di Emiliano.

Complimenti condivisi anche dal sindaco di Bari e presidente Anci, Antonio Decaro: “Che orgoglio”.

L’orgoglio e’ arrivato soprattutto dalle persone piu’ vicine ai due campioni. A Mesagne c’e’ stata una grande festa per l’oro di Dell’Aquila. All’esterno della palestra New Martial amici e tifosi hanno acclamato il loro concittadino, mentre padre e madre di Dell’Aquila hanno dato sfogo alla loro gioia in una diretta Facebook. “Non c’è un segreto per vincere due ori olimpici al taekwondo – ha dichiarato l’allenatore di Dell’Aquila e dell’oro olimpico a Londra 2012, Carlo Molfetta, Roberto Baglivo: bisogna lavorare bene e con molta lealtà e bisogna dare tutto a questi ragazzi. Vito si è allenato con me da quando aveva cinque anni e l’ho tenuto per 13″.

“Felicissimi del risultato strameritato da parte di Gigi – ha dichiarato all’Ansa Franco Samele, padre dello schermitore -. Si è scontrato con un avversario più forte di lui, bisogna ammettere la verità. Ma lui ha fatto una grande prestazione”.

“Foggia tutta è orgogliosa della sua storica scuola di scherma, e applaude l’argento conquistato da Samele a Tokyo”. Il messaggio della fondazione ‘Capitanata per lo sport’ che attraverso il suo presidente Aristide Guerrasio fa sapere che “premierà Gigi Samele, medaglia di argento alle Olimpiadi 2020, per la grande impresa al suo rientro in Italia”.