Calcio, Potenza supera 2 a 1 la Turris

La cura Gallo funziona. Il Potenza torna a vincere tra le mura amiche del Viviani, non accadeva dal 10 gennaio di misura contro la Paganese, e nel 28esimo turno di Serie C supera la Turris per 2 a 1: vantaggio al 31′ su rigore di Baclet, raddoppio al 69′ di Sandri e gol bandiera corallino all’85’ di Romano.

Ha giovato il rinvio causa Covid del match contro la Cavese. Importante il lavoro effettuato dai rossoblù insieme a Fabio Gallo e si vede, con tanto gioco e altrettante occasioni, alcune clamorose. Vanificato al 20′ il tentativo di Boiciuc a Marcone battuto, è poi il leone rampante a salire in cattedra. Scorre il 22′: Di Livio indovina una bella parabola lunga dalla corsia di sinistra ma in area Baclet non riesce a intercettare, va peggio a Mazzeo che invece di depositare in rete stampa la palla sulla traversa. Tanto rammarico ma si riprende a correre, anche perché sono i biancorossi ospiti a soffrire. Al 25′ arriva una nuova chance: la trama è frutto del triangolo Mazzeo, Zampa, Di Livio con quest’ultimo abile a farsi trovare al limite dell’area, la conclusione a botta sicura trova però il palo a negare il gol. Riappaiono vecchi fantasmi eppure il Potenza mostra carattere.

E’ un episodio a sbloccare la gara, un giro di lancette oltre la mezz’ora. D’Ignazio stende Coccia in area e l’arbitro indica il dischetto, sulla sfera va Baclet che infila Abagnale: per il 34enne attaccante francese è il sigillo tanto atteso di una stagione davvero travagliata. Mazzeo non trova gioie personali e nella ripresa è il neo entrato Sandri, al posto dell’infortunato Bruzzo, a raddoppiare: Salvemini, anch’egli rinforzo dalla panchina, recupera una palla destinata sul fondo servendo Di Livio, tocco al limite per l’ex Torino Primavera che manda in rete. Al 78′ Alma non riporta a galla i suoi, va meglio, all’85’, per Romano con inzuccata che riaprire i giochi ma il tempo è ormai scaduto. Il Potenza si rilancia in chiave salvezza e nel prossimo turno è atteso a Bari per una gara di grande fascino.