Università Lum: presentato il corso di alta formazione in Management delle società sportive

Presenti alla presentazione il commissario tecnico della nazionale italiana, Roberto Mancini, e il presidente della Figc, Gabriele Gravina

Il buon calcio si vede non solo in campo, con i giocatori, ma anche a bordo campo con i tecnici. Ma anche con i dirigenti e i grandi manager delle società. Nasce così un corso di alta formazione in management delle società calcistiche. A presentarlo, Roberto Mancini, il commissario tecnico della nazionale azzurra. Il corso nasce dalla collaborazione dell’università Lum, con l’Associazione Italiana Direttori e Collaboratori Sportivi e accreditato dalla FIGC, La Federazione Italiana Giuoco Calcio.
«Frequentando corsi come questo – ha detto il ct Mancini – sarà possibile avere direttori sportivi migliori». Saranno 30 i partecipanti e ben 160 le ore di lezione, di cui ben 50 dedicate a didattica integrativa tra laboratori, workshop, seminari, tavole rotonde e project-work, in un arco temporale che terminerà il 30 settembre.
«È fondamentale per una persona che si affaccia a questo tipo di lavoro – ha spiegato Roberto Mancini durante l’open day di presentazione del corso – avere un elevato livello di professionalità, non solo per se stesso ma anche per il club che rappresenta. Faccio l’esempio di noi calciatori – ha continuato il tecnico – Magari dopo una carriera di vent’anni pensiamo di poter fare gli allenatori sapendo già tutto. Al contrario, è frequentando i Corsi di Coverciano che si diventa allenatori».
«In un momento storico come quello che stiamo vivendo – ha affermato il presidente della FIGC Gabriele Gravina – pensare che il mondo del calcio si apra a quello accademico riveste grande significato”.