Sequestrati oltre 1.500 ricci di mare a Manfredonia

La Guardia di Finanza interviene per fermare la pesca illegale

La Guardia di Finanza di Manfredonia ha sequestrato oltre 1.500 ricci di mare pescati illegalmente da due soggetti. I ricci sono stati rimessi in mare e ai trasgressori sono state comminate le sanzioni previste.

Articolo: Nei giorni scorsi, i militari della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Manfredonia hanno sorpreso due individui impegnati in attività di pesca illegale di ricci di mare (Paracntotus Lividus) durante le ore notturne. L’intervento è avvenuto al largo della costa di Manfredonia, dove i pescatori di frodo avevano già raccolto oltre 1.500 esemplari di ricci di mare.

Il prodotto ittico, ancora vivo al momento dell’intervento delle Fiamme Gialle, è stato immediatamente sequestrato e successivamente rigettato in mare per favorire il ripopolamento di questa specie, la cui pesca e detenzione sono vietate. Ai trasgressori sono state irrogate le sanzioni previste dalla legge.

L’operazione rientra nell’ambito di specifici servizi di vigilanza in mare effettuati dalla Guardia di Finanza per contrastare la pesca illegale e proteggere le risorse marine.