L’incubo della statale 275 vede una luce: consegnato uno stralcio dei lavori

A Maglie sono stati consegnati i lavori del primo lotto della strada statale Maglie-Leuca, teatro già di incidenti e disagi. Del primo lotto dei lavori è quello del tratto compreso fra Melpignano a Scorrano. Presenti alla posa simbolica della prima pietra i ministri Salvini e Fitto e il presidente della Regione Puglia, Emiliano

“Chi si rende conto del successo straordinario che la Puglia sta avendo nel mondo si deve rendere conto che in questo momento la questione infrastrutturale è centrale. Il fatto che non ci sia l’autostrada tra Bari e Lecce è una pazzia”.

Sono le parole, queste, del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, presente stamatti a Maglie alla consegna dei lavori per lo stralcio 1 del primo lotto dell’Itinerario Maglie-Santa Maria di Leuca lungo la strada statale 275. Simbolica posa della prima pietra svoltasi nel museo archeoidustriale alla presenza del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, e del ministro per il Sud, Raffaele Fitto.Cerimonia che fa tirare un sospiro di sollievo a istituzioni e cittadini: l’ammodernamento dell’arteria stradale lunga 40 km, è ìnfatti atteso da trent’anni.

L’intervento è diviso in due lotti, indispensabile anche visti gli incidenti che su questa strada si sono verificati. Lo stralcio consegnato oggi riguarda il tratto di strada che si estende da Melpignano a Scorrano, costeràquasi 178 milioni di euro. L’intero primo lotto comporta un investimento pari a quasi 352.096.339, di cui € 1oltre 152..000 sono finanziati da Regione Puglia

E il ministro Salvini ha osservato: “Chi ha paura dell’autonomia ha paura di se stesso, ha paura del futuro, dell’efficienza”.