Legge contro la scarsità idrica: progressi e piani futuri secondo Aldo Mattia

Un anno dopo l’approvazione della legge, il deputato sottolinea i passi avanti e gli obiettivi a lungo termine

Aldo Mattia, deputato di Fratelli d’Italia, ha evidenziato l’efficacia della legge approvata un anno fa per combattere la carenza idrica in Italia, durante un incontro a Roma. Ha messo in luce la necessità di continuare gli sforzi nonostante i progressi già ottenuti.

Durante un incontro presso la Sala delle Statue di Palazzo Rospigliosi a Roma, Aldo Mattia, deputato e membro della Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera, ha discusso le misure intraprese dal Governo e dal Parlamento per affrontare la crisi idrica in Italia. L’evento, organizzato da Coldiretti, Anbi e Fondazione Univerde, faceva parte della cerimonia di premiazione di un concorso fotografico nazionale sul tema dell’acqua.

Il deputato ha ricordato che, di fronte a dati allarmanti come la perdita annuale dell’89% dell’acqua piovana e una dispersione idrica che raggiunge il 40% sul territorio nazionale, il governo Meloni ha deciso di approvare una legge contenente disposizioni urgenti. Queste misure mirano a contrastare la scarsità idrica e a potenziare l’infrastruttura idrica esistente.

Mattia ha sottolineato l’istituzione di una Cabina di regia presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, guidata dal Presidente del Consiglio, con il compito di coordinare e monitorare gli sforzi per mitigare la crisi idrica. Inoltre, un Commissario straordinario è stato incaricato di superare le frammentazioni nella gestione dell’acqua e accelerare i lavori in sospeso.

Il deputato ha enfatizzato che la legge ha già prodotto risultati concreti, tra cui l’allocazione di risorse per completare e costruire nuovi invasi, ridurre le perdite nelle reti idriche esistenti e promuovere il riutilizzo delle acque reflue depurate per l’irrigazione. Nonostante gli importanti passi avanti, Mattia ha concluso affermando la necessità di proseguire gli sforzi senza sosta.