La Scaletta sollecita un focus su opere prioritarie in Basilicata

Richiesta di dialogo sui Fondi di Sviluppo e Coesione e sul destino della SS7

Il Circolo La Scaletta chiede un incontro ai candidati alla presidenza della Regione per discutere di Sanità, Infrastrutture, Lavoro e il futuro della Basilicata

La gestione dei Fondi di Sviluppo e Coesione (FSC) e l’assenza di interventi sulla Strada Statale 7 Matera-Basentana sollevano preoccupazioni nel Circolo culturale La Scaletta, che chiede un incontro con i candidati alla presidenza della Regione Basilicata. Secondo il Circolo, le risorse sono state distribuite senza focalizzarsi su opere prioritarie che potrebbero incentivare lo sviluppo della regione, come il collegamento Murgia-Pollino, per il quale esistono già studi di fattibilità.

La delusione è palpabile per l’assenza di finanziamenti per l’adeguamento della SS7, nonostante una mozione unanime del Consiglio regionale che ne sottolineava l’importanza per la sicurezza stradale e per contrastare il declino delle aree interne della Regione. La Scaletta critica la tendenza a distribuire le risorse in modo estensivo, senza risolvere concretamente i problemi di fondo, e intende discutere con i candidati governatori le priorità di un eventuale futuro esecutivo, con particolare attenzione a Sanità, Infrastrutture e Lavoro, nonché alle sfide poste dallo spopolamento e dall’emigrazione giovanile.

Il presidente del Circolo, l’architetto Paolo Emilio Stasi, evidenzia anche la necessità di maggiore attenzione per Matera e la sua provincia, citando come esempio la Lucana Film Commission, la cui sede dovrebbe essere a Matera per Statuto, ma che continua a operare altrove. La Scaletta vuole assicurarsi che i temi cruciali della campagna elettorale vengano affrontati, fornendo agli elettori le informazioni necessarie per una scelta informata basata su programmi e impegni concreti per il futuro della Basilicata.