Protezione Civile di Potenza: bilancio positivo ma serve una sede

L’impegno del Gruppo Lucano nella comunità e l’appello al sindaco per una sede stabile

Il Gruppo Lucano di Protezione Civile di Potenza evidenzia un’attiva partecipazione a diverse iniziative di soccorso e formazione, nonostante l’assenza di una sede fissa. Un appello viene rivolto al sindaco per risolvere questa problematica.

Da agosto, con l’insediamento della nuova presidenza di Giuseppe Dapoto, il Gruppo Lucano di Protezione Civile di Potenza ha registrato importanti successi e un’attività costante a supporto della comunità. L’assenza di una sede però ostacola l’operatività del gruppo, con un appello diretto al sindaco Mario Guarente per una soluzione rapida.

Nel corso degli ultimi sei mesi, il Gruppo Lucano ha dimostrato un notevole impegno nelle attività di soccorso e supporto alla comunità locale e nazionale. Tra gli interventi più significativi, la partecipazione al Cinespettacolo “La Storia Bandita”, il raduno a Viggiano con la presenza del capo della Protezione Civile nazionale, la missione di soccorso in Toscana e le numerose operazioni di emergenza sul territorio.

Nonostante l’entusiasmo e l’aumento degli iscritti, ora al numero di 35, il gruppo si scontra con una problematica logistica: l’assenza di una sede propria. Questa situazione limita la capacità di organizzazione e intervento del gruppo, costringendo a soluzioni provvisorie per il parcheggio dei mezzi e lo svolgimento delle attività.

Il presidente Dapoto sottolinea la necessità di una sede, promessa dal sindaco ma mai concretizzata, essenziale per migliorare l’efficienza e la programmazione delle missioni. La richiesta al sindaco è quindi di onorare l’impegno preso, fornendo al gruppo una base operativa adeguata al suo prezioso lavoro di volontariato e assistenza alla comunità.