trmtv

Operazione contro la pesca abusiva a Taranto: sequestrati 315 Kg di “cetrioli di mare” e 90 Kg di “bianchetto”

  • Sequestrati 315 Kg di “cetrioli di mare” e 90 Kg di “bianchetto”

    La Guardia di Finanza di Taranto ha condotto una serie di operazioni mirate al controllo del territorio, individuando e denunciando cinque persone per pesca abusiva. Durante due distinte operazioni, sono stati sorpresi in flagrante mentre pescavano illegalmente l’echinoderma “Holothuria”, comunemente noto come “cetriolo di mare”, la cui cattura è proibita per la protezione dell’ecosistema marino Jonico. Gli echinodermi catturati, circa 315 Kg, sono stati reimmessi in mare essendo ancora vitali.

    Le attività di pesca abusiva, oltre a danneggiare l’ambiente marino, comportano l’utilizzo di attrezzi non consentiti che compromettono la biodiversità del fondale marino. Nell’ambito delle stesse operazioni, è stato inoltre sequestrato un natante utilizzato per la pesca illegale.

    Durante i controlli, sono stati anche sequestrati 90 Kg di novellame di sarda, noto come “bianchetto”, la cui pesca e commercializzazione sono vietate. Questo ulteriore sequestro evidenzia l’importanza delle operazioni di controllo per la tutela delle specie marine e la prevenzione del commercio illegale.

     

    Exit mobile version