Declino ambientale: Matera e Potenza perdono posizioni nella classifica Ecosistema Urbano 2023

Il rapporto di Legambiente, Ambiente Italia e Il Sole 24 Ore mostra un passo indietro per i due capoluoghi lucani nelle politiche e nelle performance ambientali

Matera e Potenza hanno registrato un deciso calo nelle performance ambientali secondo il Rapporto Ecosistema Urbano 2023, elaborato da Legambiente, Ambiente Italia e Il Sole 24 Ore. Il documento esamina i dati relativi alla qualità ambientale dei 105 capoluoghi di provincia italiani, basandosi sui dati del 2022.

Matera scende di sette posizioni nella classifica generale, passando dal 48° al 55° posto rispetto allo scorso anno. Anche se il punteggio complessivo di Matera è leggermente al di sopra della media nazionale, la città sembra aver perso smalto a causa di dati insufficienti per redigere una valutazione completa.

Potenza, invece, subisce un crollo ancor più drammatico, perdendo 21 posizioni e attestandosi al 79° posto nella classifica generale. La città è afflitta da questioni irrisolte nel settore dei trasporti, della gestione dei rifiuti e della dispersione idrica, con un punteggio ben al di sotto della media nazionale.

Nell’ambito della qualità dell’aria, Matera presenta dati critici riguardanti i livelli di ozono, mentre Potenza mostra un peggioramento nei dati sulla dispersione idrica. Entrambe le città presentano dati negativi sulla diffusione di energia solare termica e fotovoltaica e sul consumo di suolo, manifestando così un trend preoccupante nel panorama della gestione urbana di qualità.

Il rapporto sottolinea ulteriormente la necessità di interventi urgenti da parte delle autorità locali per indirizzare le politiche ambientali verso una sostenibilità a lungo termine.