Rafforzamento della rete idro pluviometrica lucana: 33 nuove stazioni di monitoraggio

La collaborazione tra Arpab e la Regione permette di ampliare la rete, migliorando l’allertamento, il monitoraggio e l’analisi ambientale

Si consolida la rete idro pluviometrica regionale grazie all’aggiunta di 33 nuove stazioni, gentilmente fornite da Arpab alla Regione. L’accordo è stato siglato tra Giovanni Di Bello, responsabile dell’Ufficio per la Protezione civile regionale, e Donato Ramunno, direttore generale dell’Arpab.

Questa estensione della rete permetterà una copertura più uniforme e dettagliata del territorio, essenziale per le operazioni di allertamento e monitoraggio idrometeo pluviometrico e ambientale. Inoltre, l’accordo tra i due enti è un esemplare caso di collaborazione produttiva volta alla gestione efficiente di beni e servizi di pubblico interesse, a beneficio dell’interesse pubblico e dell’efficienza dei costi.

I dati raccolti dalle stazioni, che monitorano in tempo reale vari parametri idrometeorologici come l’altezza della pioggia, il livello idrico dei fiumi, il livello della neve, la temperatura e l’umidità dell’aria, la velocità e la direzione del vento, e la pressione atmosferica, saranno ora centralizzati presso un unico Centro operativo regionale. Questo si trova presso l’ufficio per la Protezione civile della Regione, che ora può contare su un totale di 98 stazioni. Questo permetterà una più precisa raccolta di dati e informazioni, fondamentali per le decisioni strategiche dei due enti.

Il Centro funzionale decentrato della Protezione Civile svolgerà inoltre l’attività di validazione, archiviazione e diffusione dei dati rilevati da tutte le stazioni, che saranno disponibili per la consultazione sul sito www.centrofunzionalebasilicata.it.