Matera: la Guardia di Finanza sequestra due tonnellate di “bianchetto” illegale

Irregolarità e violazioni della normativa sulla pesca e tutela del consumatore emergono in quattro distinti interventi

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Matera, in un’azione di controllo del territorio, hanno sequestrato due tonnellate di novellame di sarda, il cosiddetto “bianchetto”, sulla strada statale 106 “Jonica”. Il prodotto ittico era detenuto in violazione delle normative in materia di pesca e di tutela del consumatore.

Nel corso di quattro distinte operazioni, sono emerse gravi irregolarità legate alla detenzione del prodotto, che presentava una taglia inferiore a quella minima consentita per la pesca. Inoltre, era privo dell’adeguata documentazione necessaria a garantirne la tracciabilità.

Il prodotto, rinvenuto in centinaia di cassette di polistirolo e con un valore stimato sul mercato illegale di oltre 100.000 euro, è stato dichiarato non idoneo al consumo umano dal Servizio Veterinario dell’Asp di Matera e, quindi, destinato alla distruzione.

Oltre al sequestro del novellame, sono state contestate ai trasgressori sanzioni amministrative pecuniarie che vanno da 12.500 a 75.000 euro.

Questi interventi riflettono l’attenzione costante della Guardia di Finanza nel garantire il rispetto delle normative sulla pesca, per la tutela della salute dei consumatori, della leale concorrenza e dell’ecosistema marino, spesso minacciato da attività di pesca abusiva.