Infrastrutture in Puglia. La SS 275 definita “strategica” da Emiliano e Maurodinoia

“La statale 275 Maglie-Santa Maria di Leuca è un’opera strategica, di grande importanza per il Salento, per la cui realizzazione la Regione Puglia si è sempre adoperata”. Sono le dichiarazioni affidate a una nota e a firma del governatore Michele Emiliano e dell’assessore ai Trasporti Anita Maurodinoia riguardo l’infrastruttura.
Al più presto saranno portati in Giunta gli atti affinché si possa sottoscrivere l’intesa alla progettazione definitiva del primo lotto (su due in cui è divisa l’opera), secondo l’istanza presentata dal commissario straordinario dell’opera, Vincenzo Marzi. Piano che potrebbe permettere di bandire entro marzo la gara per l’intero primo lotto (23 km Maglie-Tricase), articolato in tre stralci che sono alla progettazione esecutiva per un costo arrivato a 351 milioni di euro, a causa dell’aumento prezzi, di cui sono disponibili, a oggi, 265 milioni di euro.
Bandendo una gara unica per l’intero lotto con aggiudicazione dei primi due stralci e riserva del terzo, a esso potranno essere destinati anche i ribassi d’asta della gara, o in ogni caso si avrebbe modo di avviare l’opera e cercare contestualmente insieme al Governo gli 86 milioni di euro mancanti a valere sulle risorse stanziate sulla legge di bilancio per il 2023. Queste le ipotesi al vaglio della Regione Puglia, che non mancherà di confrontarsi costantemente con il commissario straordinario e Anas in tutto l’iter di realizzazione dell’opera.
Il secondo lotto da Montesano Salentino-Andrano fino a Santa Maria di Leuca è in fase di progettazione di fattibilità tecnica ed economica con un costo ipotizzato di 240 milioni di euro, di cui disponibili solo 18 milioni per le progettazioni.