Potenza, 12 febbraio mobilitazione associazioni ambientaliste per “A tutto gas. Ma nella direzione sbagliata”

Al Governo chiediamo più serietà e concretezza nell’affrontare la crisi climatica. Il Paese per uscire dal carbone non ha bisogno di nuove centrali a gas fossile, ma di decuplicare la velocità di sviluppo delle fonti rinnovabili. E sulla tassonomia verde l’Esecutivo esprima in sede Ue una netta contrarietà all’introduzione di gas e nucleare tra le fonti verdi. La Regione Basilicata vada in direzione dell’autosufficienza energetica attraverso una concreta strategia di uscita dal gas e dal petrolio che oggi è assente, investendo in rinnovabili ed efficienza energetica.
E’ quanto sostenuto in una nota da Legambiente regionale. Sabato 12 febbraio circa 50 sigle tra associazioni, comitati e movimenti scenderanno in piazza per dire basta – ribadisce l’organizzazione – a questa insensata corsa al gas e alle bufale fossili e nucleari. In tutta Italia coinvolte 20 città con tanti luoghi simbolo al centro delle manifestazioni no gas, e sul territorio lucano sarà protagonista la città di Potenza: presso la sede di Scambiologico in piazzale Istria, previste attività di sensibilizzazione e informazione della cittadinanza con volontari e attivisti delle associazioni aderenti – oltre Legambiente, il WWF, Rete degli Studenti, Unione degli Studenti e Associazione Culturale Studentesca Universitaria Unidea – i quali diffonderanno le posizioni contenute nel manifesto nazionale e raccoglieranno il dovuto sostegno sulle richieste indirizzate a Roma. L’intento, inoltre, è esprimere in sede UE e in particolare nel Parlamento Europeo una netta contrarietà all’introduzione di gas e nucleare tra le fonti verdi. Il gas fossile – evidenzia Legambiente – viene descritto come l’unica opzione praticabile per affrontare il cambiamento climatico, quando in realtà è una risorsa altamente climalterante la cui dipendenza stiamo pagando a caro prezzo nelle nostre bollette. Alla mobilitazione si potrà partecipare anche via social con #NellaDirezioneSbagliata.