Xylella, altre 247 aziende olivicole ammesse alla graduatoria del Psr

Si allunga la lista delle aziende olivicole colpite da Xylella ammesse alla graduatoria del Psr (Programma di Sviluppo Rurale).

Ammesse altre 247 realtà ai contributi per gli investimenti strutturali che permetteranno di ricostruire il patrimonio olivicolo pugliese e daranno un nuovo respiro alle aziende, soprattutto quelle salentine, colpite dal batterio.

“Si tratta di un ulteriore tassello per dare una nuova chance di ripresa alle imprese agricole”: questo il commento di Donato Pentassuglia, assessore all’Agricoltura della Regione Puglia.

A oggi, quindi, sono 518 le ditte in graduatoria ammesse al programma. E ciò è stato possibile grazie alla rimodulazione del Psr per gli anni 2021-2022 in seguito a ulteriori fondi ministeriali destinati a sostenere la ripresa delle imprese e dei territori colpiti dal batterio Xylella che ha messo in ginocchio l’olivicoltura pugliese e l’economia di centinaia di imprese del territorio.

Il provvedimento che allarga la platea delle aziende che riceveranno i fondi, ha un valore di circa 60 milioni di euro. L’obiettivo però, ha proseguito l’assessore Pentassuglia, è quello di continuare il dialogo con il ministero affinché siano stanziati ulteriori 700 milioni di euro per il Piano di rigenerazione olivicola. Queste, ha concluso Pentassuglia, sono le risorse che consentiranno di dare piena attuazione del piano per la rinascita del territorio.

Cristina Mastrangelo