Rifiuti: oltre 9 mln da Regione Puglia per 25 centri differenziata

Maraschio: “Si tratta di un provvedimento importante sia per quanto riguarda il rafforzamento del nostro ciclo regionale di raccolta”

“Si tratta di un provvedimento importante sia per quanto riguarda il rafforzamento del nostro ciclo regionale di raccolta, sia nell’ottica della lotta al reato di smaltimento illecito”. Con queste parole assessora regionale all’Ambiente Anna Grazia Maraschio ha annunciato l’approvazione in Giunta della misura contenuta in una delibera da lei firmata. Si tratta di oltre 9 milioni di euro che saranno destinati alla realizzazione di nuovi centri comunali per la raccolta differenziata di rifiuti.

“Grazie all’erogazione di questi fondi – hanno dichiarato il presidente Emiliano e l’assessora – sarà possibile realizzare, ampliare o adeguare circa 25 centri comunali di raccolta differenziata di rifiuti oltre i 74 già finanziati. Parte del fenomeno – spiegano – è generato non solo dall’evasione della Tari o dalla mancanza di educazione civica, ma anche dalla difficoltà che alcuni utenti possono riscontrare nel conferire adeguatamente determinate tipologia di rifiuti”. I 25 Comuni pugliesi interessati dal provvedimento sono: Giurdignano, Ugento, Fasano, Noci, Panni, Castelluccio dei Sauri, Lecce, Corato, Diso, Monte Sant’Angelo, Casarano, Valenzano, Muro Leccese, Alliste, Lizzano, Galatina, Lesina, Surano, Villa Castelli, Santa Cesarea Terme, Gallipoli, Cagnano Varano, Morciano di Leuca, Poggio Imperiale, Racale, San Ferdinando di Puglia, San Severo e Palagianello. “Con la delibera approvata in Giunta – hanno concluso Emiliano e Maraschio – andremo incontro alle necessità di questa parte di cittadinanza e di diversi comuni pugliesi, che amplieranno o realizzeranno nuove strutture, aumentando così i quantitativi di materiali conferiti correttamente e avviati al riciclo”.