Incontro su autorizzazioni scarichi depuratori, assessore Rosa: incomprensibile assenza Provincia Matera

“Devo stigmatizzare l’incomprensibile assenza della Provincia di Matera in un’occasione di confronto, utile per giungere alla risoluzione di problematiche che pure rimangono nella sua competenza”.

Lo ha detto, attraverso l’ufficio stampa della Giunta lucana, l’assessore regionale della Basilicata all’ambiente, Gianni Rosa, riferendosi a un incontro, che si è tenuto ieri, sui procedimenti di Aua (Autorizzazione unica ambientale), riguardanti gli scarichi dei depuratori. Alla riunione – secondo quanto reso noto nel comunicato – hanno partecipato anche i vertici di Acquedotto Lucano, di Egrib, dell’Arpab e della Provincia di Potenza. Su 124 richieste di autorizzazioni inviate alla Provincia di Potenza, 82 sono state adottate. “Una decina – è specificato nella nota – sono quelle in fase conclusiva, un’altra parte attende i risultati delle analisi dell’Arpab. Le altre sono ancora da istruire ma se ne prevede il rilascio a strettissimo giro, al massimo entro fine novembre”. Nell’incontro “è stata esaminata anche la situazione relativa ai procedimenti di Aua in pendenza presso la Provincia di Matera, convocata ma non presente. Su 51 istanze, 11 riguardano impianti di depurazione a servizio di paesi con oltre 10 mila abitanti, rilevando che i procedimenti sono fermi al 2019”. Rosa ha quindi messo in evidenza che “la collaborazione tra enti è importante per rafforzare l’efficacia della pubblica amministrazione, specialmente in ambiti sensibili e già attenzionati, come quelli riguardanti gli impianti di depurazione. Il presidente della Provincia di Potenza, Rocco Guarino, ha rispettato l’impegno preso a suo tempo portando a compimento molte e delicate procedure”.

“Dal canto nostro – ha concluso l’assessore lucano all’ambiente – stiamo lavorando per rafforzare le sinergie con Acquedotto lucano ed Egrib per arrivare a una svolta in termini di efficienza nella gestione dell’acqua e della rete di depurazione”