Presentato ieri pomeriggio a Metaponto il rapporto spiagge 2021 di Legambiente

“Il Piano Coste della Regione Basilicata nasce già vecchio”. Così Legambiente che fornisce il Rapporto spiagge 2021. Sempre meno spiagge libere e sempre più erosione delle coste. Questo il corto circuito che pesa anche sulla Basilicata.

In Italia oltre il 50% delle aree costiere sabbiose è sottratto alla libera e gratuita fruizione. Pesa su questo l’aumento esponenziale in tutte le Regioni delle concessioni balneari che nel 2021 registrano un incremento del +12,5%. In questa classifica la Basilicata si colloca al di sopra della media nazionale con un aumento nel periodo considerato di quasi il 18% delle concessioni per stabilimenti balneari. Ma a pesare sulle spiagge italiane è anche il problema dell’erosione costiera che riguarda circa il 46% delle coste sabbiose, un dato che diventa drammatico lungo la costa ionica lucana, dove su 38 km di spiagge circa 28 km sono in erosione (oltre il 70%).

Il report di Legambiente è stato presentato a Metaponto nell’ambito delle iniziative che precedono l’arrivo in Basilicata della Goletta Verde, la storica campagna dedicata al monitoraggio ed all’informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane. Legambiente propone l’approvazione di una legge nazionale per garantire il diritto alla libera e gratuita fruizione delle spiagge; per premiare la qualità dell’offerta dei lidi in concessione, e chiede di di approvare al più presto un piano nazionale di adattamento al clima