Rosa (assessore ambiente Basilicata): bonifica ex Materit è un’eredità pesante

“La bonifica dell’ex Materit è un’eredità pesante che stiamo affrontando di petto senza nascondere nulla ai cittadini. E’ terminata in malo modo la gara indetta per l’appalto della progettazione, messa in sicurezza e bonifica esecutiva”.

Lo ha detto, attraverso l’ufficio stampa della giunta regionale, l’assessore all’ambiente, Gianni Rosa. “Abbiamo dovuto prendere atto” ha aggiunto l’assessore “delle segnalazioni pervenute dal ministero dello Sviluppo economico. Avvalendosi dell’Ispra e dell’Inail, il Mise ha evidenziato che il progetto acquisito nel 2014 non risulta idoneo alla completa messa in sicurezza e alla definitiva bonifica del sito. Ed è, pertanto, non adeguato a soddisfare l’interesse pubblico di tutela della salute e dell’ambiente né a raggiungere gli obiettivi che la Regione intendeva perseguire con l’appalto in questione”. “Conseguentemente con una determina dirigenziale del 5 novembre – ha evidenziato Rosa – abbiamo annullato la gara. Nello stesso giorno, con una determina immediatamente successiva, abbiamo approvato un avviso pubblico per affidare la redazione di un piano di caratterizzazione e progettazione degli interventi di messa in sicurezza del sito. Il tutto è da completare entro un anno da oggi. Appena sarà approvato anche il piano di caratterizzazione, daremo corso alla procedura per aggiudicare la progettazione dei lavori di bonifica delle aree contaminate. Proveremo a recuperare il tempo perduto dal 2014. I cittadini – ha concluso – hanno diritto a vivere in sicurezza, ed è dovere di chi governa dare soluzioni realistiche ai problemi esistenti sul territorio e Materit ha la priorità massima nella nostra agenda politica”.