Diga del Rendina in Basilicata, Fanelli: buona risposta per agricoltura e zootecnia

“Dopo i lavori di consolidamento della diga del Rendina, agli agricoltori dell’Alto Bradano sarà assicurata la risorsa idrica necessaria per incrementare lo sviluppo del comparto ortofrutticolo e zootecnico”.

Lo ha detto, attraverso l’ufficio stampa della Giunta lucana, l’assessore regionale all’agricoltura, Francesco Fanelli. “A 15 anni dallo svuotamento – ha aggiunto l’assessore – lo studio geotecnico e statico ha escluso la dismissione dell’invaso. Diamo così una risposta positiva al mondo agricolo, che può finalmente tirare un sospiro di sollievo e guardare con fiducia al futuro. Voglio pertanto esprimere la piena soddisfazione per il risultato raggiunto, grazie anche all’impegno profuso dal Dipartimento guidato dall’assessore alle Infrastrutture Donatella Merra, che – ha concluso Fanelli – ha lavorato dall’inizio della legislatura per approfondire le questioni legate alla messa in esercizio della diga del Rendina, e dal Consorzio di bonifica”.